Signori e Signore tenetevi forte!!!

Siamo lieti di annunciare che ieri, Domenica 20 Maggio 2018, una squadra del GGT composta da Mirko Palentini, Enrico Piva, Marco Fochesato e con la prima partecipazione dell’audace Giorgio Zanuto è riuscita a completare la discesa di quella che si profila essere la cascata più STRATOSFERICA mai scesa in provincia di Vicenza in valle Balzerach a Rotzo

Abbiamo iniziato la discesa della prima calata di 60Mt alle 10.00 circa accompagnati dal drone di Franco e Lucia, che ci ha regalato alcune immagini dall’alto veramente suggestive e siamo usciti dalla valle alle 17.30 dopo essere scesi per circa 250Mt di quota ed aver percorso più o meno 1km in pianta. Le piogge dei giorni scorsi hanno gonfiato le cascate il giusto per divertirsi ma senza pericoli e dopo aver percorso la parte attrezzata durante l’uscita del 25 Aprile ci siamo affacciati sul grandioso salto che avevo scrutato la volta precedente. Breve breafing tra me e Maceria e via col primo ancoraggio così da potersi avvicinare alla verticale principale in tutta sicurezza e poi, con un bel brivido, un pò di sana pazia e l’acqua della cascata alle spalle, mi sporgo e piano piano raggiungo una bella placconata dove attrezzo la catena per la calata principale. Mi raggiunge anche Enrico e con la seconda corda da 70Mt approntiamo la calata nel vuoto assoluto…

Sistemo tutto bene bene e controlliamo che le manovre per fare scendere Marco e Giorgio siano perfette e mi calo qualche metro a fare giardinaggio in parete, da qui non scende nessuno da molti molti anni e grazie alle proverbiali cesoie di Enrico riusciamo a districare un po di rovi e rami che disturberebbero molto la discesa. Nel frattempo inizia anche a piovere e quando arrivo alla base mi ritrovo su di una grande cengia rocciosa sospesa a 3/4 della parete quindi devo attendere che scendano tutti per proseguire questa elettrizzante discesa. Qualche foto, qualche video e siamo tutti nuovamente riuniti a festeggiare questa superba discesa, peccato che il sole ci abbiamo abbandonato e che il freddo ci stia spazientendo ma dobbiamo andare avanti e scendere ancora e poi ancora…

Alla base di tutto questo mi guardo indietro e faccio una foto ai miei compagni e realizzo che stavolta abbiamo davvero compiuto una piccola impresa, la parete e la cascata che avevo valutato sugli 80/100mt la volta precedente si rivelerà una 60+40+15 e sotto ancora altri saltini fino alla confluenza con la principale Val D’Assa che con 45min di cammino tra greto, sentiero e poi strada ci riporta a Pedescala dove ci aspetta la prima auto lasciata la mattina…

Appena raggruppiamo le foto e i video miei e di Franco pubblicheremo un video completo di questa straordinaria discesa.

115mt DI ADRENALINA

Grazie a tutti quelli che sono venuti e che ci hanno aiutato

Mirko Palentini

CC BY-NC-ND 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.