Sale e scende che poi ti prende

Scritto in Gite Speleo da splash 10 settembre 2018 | Nessun Commento »

Ecco. L’ho fatto. Dopo aver rimesso l’imbrago domenica scorsa è stata una settimana in crescendo. Mercoledì un giro in rana, giusto per stare ventre a terra e riprendere a sentire il freddo della roccia che penetra. Sabato un mini giro in palestra d’arrampicata, ritrovare un equilibrio fisico e mentale per poter passare in verticale certi punti difficili durante la progressione e infine ieri quando sommando tutto mi sono ritrovato ad una sessantina di metri dal suolo, sospeso su di una corda larga un centimetro ad iniziare nuovamente l’attività nel sottosuolo.

Lo Spiller è una grotta che si apre poco sotto la cima del Verena in Altopiano dei 7 Comuni. Ha una profondità di meno 395 metri nel punto massimo e varie diramazioni che ne fanno la cavità più importante del monte.

Eravamo in sette ieri e ci siamo divisi in due squadre, una in esplorazione verso il pozzo ottanta e una a fare pratica lungo la via principale. Io facevo parte della seconda e con me c’erano due nuovi ex corsisti: Simone e Giosué.

C’ho messo un po’ anche poco in realtà per riprendermi, dopo la prima scarica di adrenalina sulla testa del primo pozzo le sensazioni sono diventate più nitide. Ho fatto scorrere la corda dentro il discensore. Le mani sotto pronte a bloccare la corda, tenevo le gambe piegate come se fossero una molla e cercavo di rimbalzare lungo la parete.

Siamo scesi assieme sotto il limite che avevano raggiunto durante il corso, ero libero. Ho speso tempo per guardarmi attorno.

E’ stato bello.

fuori tempo…sempre attuale

Scritto in Eventi, Non tutti sanno che... da splash 20 marzo 2015 | 2 Commenti »


ATTIVITA’ 2014 – Created with Haiku Deck, presentation software that inspires

Voragine di Panigali

Scritto in Esplorazioni da splash 18 dicembre 2014 | 2 Commenti »

Sempre i Berici non finiranno di regalarci nuove esplorazioni. Lunedì 8 dicembre mi trovo con Maurizio e in qualche minuto nel boschetto siamo in un bel prato. I colli sono belli, si fa fatica a descriverli se non se ne conosce l’estensione e le caratteristiche. Benché la quota più alta dei colli sia inferiore ai 500 metri e la superificie complessiva di 165 kmq la varietà di paesaggio è unica nel suo genere, tanto da poter paragonare questa parte di territorio ad una piccola perla preziosa. …leggi tutto… »

Tetrao Urugallus, explo speleo fotografiche.

Scritto in Esplorazioni da Sgresenda 1 luglio 2013 | 10 Commenti »

Ormai è diventata consuetudine per alcuni del nostro gruppo ritrovarsi il giovedì pomeriggio per andare in grotta, ma visto che Giulio saliva al Gallo di mattina, ho deciso di fargli compagnia in questa grotta che tanto promette e tantissimo ci lascierà a bocca aperta! …leggi tutto… »