Sabato pomeriggio siamo partiti, gianki giulio e nicola, sotto un sole giaguaro abbiamo attraversato mezza Italia e l’aria condizionata che tenevo accesa per sopravvivere mi ha fatto resistere al caldo ma mi ha fatto prendere la bronchite… senza entrare in grotta, tralaltro. Però ne è valsa la pena, perchè attraversata Genga ritrovo il piazzale consociuto del mitico Raduno Frasassi del 2004… bello. Dall’alto individuo la brace ardente della carbonella del fuoco di Teo: arriviamo e parte un giro indiavolato di arrosticini per tutti. Poi noi tiriamo fuori i nostri sigari di cingjiale, il bianco, le birre faxe … gli Speleologi sanno stare bene assieme a tutte le latitudini e in ogni situazione. Cerchiamo di spegnere il super lampione prima di andare a dormire, ma senza fortuna.
Al mattino il solito risveglio stentato, ho la gola in fiamme e la sedo con un pò di caffè, poi montiamo le barelle e aspettiamo l’arrivo della truppa. Da Vicenza abbiamo portato la vecchia barella Steimberg e la doniamo al Progetto, per le grotte orizzontali può ancora andare bene.
Un pò alla volta arriva la gente, e come al solito si iniziano a vedere facce conosciute e note, tu non sei quello che… ti ricordi ci siamo cnosciuti a… Abbracci con i più cari amici, inaspettatamente tutti qui, circa 50 e più speleo da tutta la penisola (anche da Trieste!)per portare in grotta una quindicina di diversamente abili, sei con le barelle e una decina deambulanti che accompagneremo a piedi.
E’ stato bello.
Ringrazio Teo e gli amici del SC Forlì per avere voluto far nascere questa iniziativa: cosa c’è di meglio di portare nel nostro posto preferito, in grotta, chi altrimenti non avrebbe nemmeno potuto sognarsela? Chi può immaginare cosa si sono sognati questi ragazzi la domenica sera, una volta tornati a casa, una volta coricati a letto?
La Comunità Speleo ha risposto alla grande, con una super partecipazione e l’entusiasmo e la voglia di fare che solo gli Speleo possono produrre.
E al pomeriggio, anche per chi non ha potuto esserci alla grotta ‘speleo’, c’è stata anche la visita alla turistica, accompagnati dal nostro prode Nicola che così ha potuto godersi le scalette.
Il Progetto Diversamente Speleo propone un appuntamento all’anno e l’accordo è che il prossimo anno 2014 l’appuntamento è in Veneto, al Buso della Rana, Gianki Giulio e Nicola faranno da referenti: state pronti!

Gianki GGT

DSC_5412 - Copia DSC_5425 DSC_5432 - Copia DSC_5434 - Copia DSC_5441 DSC_5443 - Copia DSC_5447 DSC_5456 DSC_5462 DSC_5466 DSC_5467 DSC_5470 DSC_5485 DSC_5486 DSC_5489 DSC_5495 DSC_5499 DSC_5501 DSC_5503 - Copia DSC_5507 DSC_5509 DSC_5523 DSC_5530 DSC_5531

CC BY-NC-ND 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.